Ma dove vai se sui social non ci stai!

candidati-primariePD

Quanto sono “social” i 4 candidati alle primarie del Pd in lizza per la carica di Sindaco di Venezia?

Dopo le vicende del Mose lette sotto l’ombrellone, l’uscita di scena di Giorgio Orsoni (a proposito, che fine ha fatto?) e la guida provvisoria del Commissario Zappalorto che ha provato a raccogliere i cocci di una città sull’orlo del precipizio, è arrivata l’ora di eleggere il nuovo Sindaco di Venezia.

Ma prima…

Prima ci sono le primarie del PD per scegliere il candidato del centrosinistra.

scegliere primarie PD

A contendersi il titolo, come ben sappiamo, ci sono: Felice Casson, senatore ed ex magistrato, Jacopo Molina, avvocato ed ex consigliere comunale, Nicola Pellicani, giornalista e figlio dell’ex vicesindaco Gianni Pellicani e Sebastiano Bonzio, ex consigliere di Rifondazione Comunista.

Cercando di non entrare nel merito dei programmi (e quindi lungi da me dare una valutazione sui contenuti), vi propongo questa semiseria analisi su come i candidati alle primarie del PD si propongono, si presentano e diffondono le proprie idee attraverso i social network, soprattutto Facebook e Twitter nel nostro caso, perché sono le piattaforme maggiormente utilizzate e aggiornate con maggior frequenza.

In poche parole una futilissima classifica del candidato più “social”.

Comunque, diciamola tutta, il programma è importante ma oggi la battaglia vera si combatte sul web a suon di post con foto di banchetti, di assemblee affollate e frasi intelligenti.

O c’è ancora qualcuno che pensa che la campagna elettorale si faccia con volantini, riunioni di belle parole e lettere nella cassetta della posta?

E allora diamo inizio alle danze di questa “Top four” basata sulla valutazione delle pagine facebook dei candidati e dei loro profili twitter.

sebastiano bonzio

4. Ultimo classificato al quarto posto Sebastiano Bonzio e i 30 solitari “mi piace” sulla sua pagina. Nata il primo febbraio 2015, data a cui risale l’ultimo aggiornamento, sembra già morta. Avrà dimenticato la password?
Nemmeno twitter gli è tanto congeniale e, sebbene i cinguettii siano giornalieri, neanche questo social viene sfruttato a dovere.
Però non si può dire lo stesso del suo profilo personale affollato di aggiornamenti di una fedele cerchia di sostenitori che lo tagga continuamente.

Voto 5. Pochi ma buoni.

nicola pellicani

3. Terzo classificato Nicola Pellicani e la sua pagina “Nicola Pellicani Sindaco” l’unico a presentarsi già come “Sindaco”. La sua pagina facebook conta  450 “mi piace”, un po’ pochini in effetti e anche i contenuti sono un poco sostanziosi. La gestione della pagina quindi lascia un po’ delusi, soprattutto perché ci si aspetta che un giornalista sia un po’ più scafato.Un commento positivo devo farlo però su twitter. Anche se le basi del “galateo di twitter” sembrano sconosciute, l’hashtag #chiediaNicola, con il quale si possono fare domande al candidato, mi sembra una buona idea e le risposte sono abbastanza tempestive.

Voto 6. Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco.

felice casson

2. Appena sotto il gradino più alto del podio Felice Casson. Certo la sua pagina è apprezzata da più di 4.000 persone ma c’è da dire che l’ex magistrato è conosciuto ed è presente sulla scena politica da molti anni. Uno staff attento lo sostiene e riempie la pagina con inviti alle iniziative e segnalazione dei banchetti ma forse mancano un po’ i contenuti, la presentazione delle idee, delle prese di posizione argomentate.
Idem per twitter.

Voto 7. Si può dare di più.

jacopo molina

1. Il premio candidato più social va a Jacopo Molina e alla sua crew perchè con i social ci sanno fare. Tanti contenuti (forse un po’ prolissi a volte), tanti link al sito ufficiale, utili grafici per spiegare in modo semplice il programma. I “mi piace” sono quasi 1.500 e anche su Twitter si difende bene.

Voto 8. Avanti così #atestaalta.mania primarie pd

Concordate? Se ritenete, liquidate pure questa classifica come un giochetto inutile. Però, secondo voi, tutti quelli che hanno intenzione di votare alle primarie e non hanno ancora scelto, come fanno ad informarsi se non smanettando su internet?

 

Annunci